9 Trucchi Del Forex Trader Di Successo

trucchi forex TRADINGPer tutti i suoi numeri, grafici e rapporti, il trading può essere considerato più un’arte che una scienza. Infatti, è proprio come una qualsiasi attività artistica: molto sarà questione di talento! Ma il talento, da solo, non può bastare. I migliori trader affinano le proprie competenze attraverso la pratica e la disciplina. Essi svolgono frequenti autoanalisi per vedere ciò che influenza il mercato ed imparano a tenere sotto controllo la paura e l’avidità.

Nel post di oggi, vedremo 9 trucchi che un trader “alle prime armi” può utilizzare per perfezionare la sua arte! Spero che questi suggerimenti vi aiutino a rendere più intelligenti e redditizie le vostre operazioni.

Trucchi per il Forex Trading

1. Definire i Vostri Obiettivi

Prima di mettersi “in viaggio”, è imperativo che abbiate qualche idea di dove volete andare e come si intende arrivare! Di conseguenza, dovete avere degli obiettivi chiari in mente e che sappiate sempre quello che vorrete ottenere: quindi, si deve essere sicuri che il vostro metodo di trading sia in grado di raggiungere questi obiettivi. Ogni stile di trading richiede un approccio diverso e ogni stile ha un diverso profilo di rischio, che richiederà a sua volta un diverso atteggiamento ed approccio per poter operare con successo sul mercato. Non avere ben chiaro cosa e come fare vi porterà solo ad aumentare le perdite e il vostro livello di stress!

2. Scegliere il Giusto Broker

Sarà importante scegliere un broker che vi offra la piattaforma di trading che sia più adatta alle vostre esigenze. La scelta di un broker affidabile è di fondamentale importanza: quindi, bisognerà passare molto tempo alla ricerca delle differenze tra i diversi broker. Inoltre, sarà necessario conoscere la “politica” di ogni broker e come facciano trading. Scegli tra le migliori piattaforme di trading.

3. Scegliere Una Metodologia Ed Essere Coerenti

Prima di entrare in un mercato come trader, bisognerà avere un’idea di come si prenderanno le decisioni per eseguire le negoziazioni. Sarà quindi importante sapere quali informazioni siano necessarie al fine, al fine di prendere le decisioni più appropriate per entrare o uscire da una negoziazione. Di solito, alcune persone scelgono di guardare i fondamenti basilari della società o di una determinata economia e quindi utilizzeranno un grafico per determinare il momento migliore per eseguire lo scambio. Altri, invece, usano l’analisi tecnica: di conseguenza si affideranno prettamente allo studio dei grafici. In ogni caso, qualunque sia il metodo scelto, sarà importante essere coerenti ed essere sicuri che il vostro metodo sia adattivo e funzionale alle vostre esigenze. Il sistema, inoltre, dovrà sempre tener conto delle mutevoli dinamiche di un determinato mercato.

4. Sincronizzazione

Molti traders vanno spesso in confusione a causa di informazioni contrastanti che si verificano quando si guardano i grafici in periodi diversi. Infatti, l’opportunità di acquistare basandosi su un grafico settimanale potrebbe apparire come un segnale di vendita su un grafico intraday. Pertanto, se ci si sta basando su un grafico settimanale ma si sta utilizzando un grafico giornaliero, bisognerà accertarsi che vi sia una certa sincronizzazione fra i due. In altre parole, se il grafico settimanale vi darà un segnale di acquisto, attendere fino a quando il grafico giornaliero vi darà anch’esso un segnale di acquisto.

Plus500

5. Calcolare L’Aspettativa

L’aspettativa è quella formula utilizzata per determinare in che modo il sistema sia affidabile. Vi consiglio di andare indietro nel tempo e misurare tutti gli scambi che si sono rivelati vincenti, rispetto a tutti gli scambi che erano “perdenti”. Quindi, bisognerà quantificare la redditività dei vostri trade vincenti rispetto a quelli perdenti. Date perciò un’occhiata alle vostre ultime 10 negoziazioni. Se non avete ancora effettuato scambi effettivi, tornate a visionare il grafico e verificate quando indicherà di entrare ed uscire da un trade. Determinate, quindi, se si sarebbe in utile o in perdita. Scrivete questi risultati. Fate poi un totale di tutti gli scambi vincenti e dividete la risposta per il numero di trade vincenti che avete fatto.

6. Concentratevi sulle vostre negoziazioni

Una volta che avrete “finanziato” il vostro conto, la cosa più importante da ricordare è che il vostro denaro sarà a rischio! Pertanto, il denaro utilizzato per fare trading non dovrete mai considerarlo come necessario per vivere o per pagare le bollette! Considerateli invece come se si trattassero di soldi destinati per una vacanza!

Una volta che la vacanza sarà finita, lo sarà anche il vostro denaro. Questo stesso atteggiamento va applicato al trading. Questo vi preparerà psicologicamente ad accettare le piccole perdite, il che sarà fondamentale per una gestione ottimale del rischio. Focalizzate l’attenzione sui vostri scambi e accettare le piccole perdite (piuttosto che stare sempre a contare il vostro patrimonio netto!), vi aiuterà ad avere successo in questo campo. In secondo luogo, cercate di sfruttare solo gli scambi con un rischio massimo pari al 2% dei fondi totali. In altre parole, se si dispone di 10.000 Euro sul vostro conto di trading, non lasciate mai che qualsiasi negoziazione perda più del 2% del valore del conto (200 Euro). Questo ridurrà anche la leva finanziaria.

Plus500

7. Costruire Cicli di Feedback Positivi

Un circuito di feedback positivi viene sempre creato come risultato di uno scambio ben eseguito, in conformità con il vostro piano. Quando si pianifica una negoziazione e poi la si esegue bene, cercate di creare un modello di feedback positivi. Il successo genererà successo, che a sua volta genererà fiducia (soprattutto se lo scambio sarà stato redditizio!).

8. Effettuare Analisi Nel Week-End

Come in tutto, anche nel trading è sempre bene prepararsi in anticipo. Durante il fine settimana, quando i mercati sono chiusi, cercate di studiare le classifiche settimanali per cercare dei modelli o notizie che potrebbero influenzare i vostri scambi. Ciò renderà le vostre negoziazioni future sicuramente migliori! Imparate inoltre ad essere pazienti: se il mercato non riesce subito a raggiungere il punto di accesso, potrebbe essere necessario attendere l’occasione giusta più a lungo del previsto. Solo con la pazienza e la disciplina si può diventare un buon trader!

9. Prendere Appunti

Tenere sempre a portata di mano delle note scritte è uno dei migliori strumenti di apprendimento che un trader possa avere. Stampate un grafico ed elencare tutte le ragioni e gli elementi fondamentali che possano influenzare le vostre decisioni. Segnate sul grafico i punti di entrata e i punti di uscita. Potete anche scrivere degli eventuali commenti sul grafico. Prendete nota delle “ragioni emotive” che vi spingono ad agire. Avete avuto momenti di panico? Eravate troppo avidi? Pieni di ansia? E’ bene annotare anche i vostri sentimenti! E’ solo quando si svilupperà un controllo mentale che si potranno eseguire gli scambi in base ai dati reali del sistema invece che sulle vostre emozioni.

 

Allenati col trading da qui

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *