Come Calcolare Il ROI Negli Investimenti

Solitamente per un trader è difficile valutare un investimento (azione, obbligazione, proprietà immobiliare…che sia) senza prima capire le dinamiche riguardanti il ritorno sull’investimento, chiamato ROI (Return On Investment). Sapere come calcolare il ROI sta alla base di tutte le decisioni di investimento: e, anche se il calcolo rimane costante, esistono delle variabili uniche che hanno i diversi tipi di investimento. Nell’articolo di oggi vedremo appunto cosa il ROI, come calcolarlo e alcuni dei fattori da considerare quando si devono prendere delle decisioni su un investimento.

A prima vista, il calcolo del ROI è un’operazione elementare! Basterà prendere il guadagno di un investimento, sottrarre il suo costo e dividere il totale per il costo dell’investimento…..

ROI = (Utile Investimento – Costo Investimento) / Costo Investimento

Facciamo un esempio pratico. Ipotizziamo che un trader acquisti 20 azioni di un’azienda, per 10 Euro ad azione: quindi, il costo dell’investimento sarà pari a 200 Euro. Se poi si venderanno le azioni per € 250, il ROI sarà dato da (250 – 200) / 200 = 0,25 (o 25%). Questo può essere confermato sulla base del costo di € 200 e moltiplicando per 1,25, dove otterremo appunto 250 euro. Tuttavia, esistono metodi di “calcolo alternativo”. Il più noto è quello di immaginare che ogni euro investito darà un guadagno di 25 centesimi. E mettere più soldi nell’investimento comporterà sì un guadagno totale superiore, ma non aumenterà il ROI! E visto che si tratta di una percentuale, il ROI sarà in grado di chiarire la confusione causata dal pensare solo a quanto si guadagna per un singolo euro! Facciamo un altro esempio. Ipotizziamo che il trader A stia guadagnando 100 Euro in opzioni e il trader B stia guadagnando 5.000 Euro con un investimento in immobili. Entrambi questi investimenti avranno il loro ritorno: i profitti al netto dei costi (che dovranno essere sottratti). Con le informazioni sopra citate, la maggior parte di voi potrebbe essere indotto a pensare che l’investimento del trader B sia il migliore. Tuttavia, senza comprendere le spese dell’investimento, non potremo mai esserne certi! Se alle informazioni sopra aggiungiamo che il trader B ha investito 400.000 € e il trader A solo 50 euro, significherà che il trader B avrà un ROI del 1,25%, mentre il trader A addirittura del 200%! Quindi, calcolare solo gli euro di ritorno di un investimento non avrà senso senza considerare il suo costo. Per questo motivo, i costi di un investimento, iniziali o nel tempo, rappresentano delle informazioni fondamentali per ogni investitore.

Ad ogni modo, il calcolo del ROI rimane invariato per ogni tipo di investimento:

  • Settore Immobiliare – Generalmente, gli investimenti immobiliari possono generare guadagni in due modi: redditi da locazione e apprezzamento. I canoni di locazione (affitti) dovranno essere semplicemente considerati come guadagni. I costi, tuttavia, provengono da molte altre fonti. Vi è l’iniziale costo per l’acquisto, le tasse che si devono pagare ogni anno, l’assicurazione e la manutenzione (ordinarie che straordinaria). Quando le persone dicono di aver un ritorno del 200% dalla vendita la loro casa, spesso fanno l’errore di considerare semplicemente il prezzo di acquisto e quello di vendita per determinare il loro guadagno, trascurando gli altri costi sostenuti. Ad ogni modo, l’investimento immobiliare è spesso un investimento redditizio, ma il ROI previsto viene spesso “gonfiato”.
  • Azioni – Come per gli immobili, anche il calcolo dei guadagni da azioni è spesso oggetto di errori di valutazione! La maggior parte dei trader, infatti, non riesce a tenere traccia dei loro costi di transazione: se si stanno guadagnando 100 Euro da un titolo, ma si dimenticano i 20 Euro pagati per l’acquisto dell’azione, spesso si tende a pensare che si sta guadagnando 100 Euro! Ma, come detto poco fa, questa è una valutazione errata. Così come nel caso di redditi da locazione, il pagamento dei dividendi deve essere aggiunto di nuovo nella colonna di guadagno quando si vuole calcolare il ROI.
  • Collezionismo – Il collezionismo, di qualsiasi forma, può avere dei ROI molto alti rispetto al prezzo originale. Tuttavia, raramente le collezioni di oggetti vengono acquistate al loro prezzo originale! Inoltre, a seconda del tipo, possono essere soggetti a spese assicurative e di manutenzione che abbasseranno il valore del ROI.
  • Investimenti “a leva finanziaria” – Il ROI degli investimenti a leva finanziaria (o leveraged) è abbastanza particolare. Visto che consentono un investimento iniziale che deve essere moltiplicato molte volte, possono anche generare rendimenti infiniti. Tuttavia, in questo caso, l’alto ROI che alcuni operatori fanno deve essere temperato dai rischi che corrono. Come i rendimenti dovranno essere moltiplicate per 2, 3 o 4, anche le perdite devono essere moltiplicate per 2,3 o 4!!
Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *