Come determinare il valore delle azioni

Vi siete mai chiesti come si fa a stabilire il valore delle azioni di una società? Si devono considerare i ricavi, i flussi di cassa o qualcosa di completamente diverso? In questo articolo vi darò dell’indicazioni con cui imparerete molti modi per valutare le azioni di una società e determinare se un titolo sia stato sottovalutato o meno. La valutazione rappresenta il primo passo verso l’investimento intelligente. Quando un investitore tenta di determinare il valore delle sue azioni, lo fa perchè questo lo aiuterà a prendere delle decisioni opportune su quali azioni acquistare o vendere. Se non si darà un valore fondamentale alle proprie azioni, si è destinati ad andare verso la “deriva” finanziaria! Per anni, le maggiori istituzioni finanziarie hanno considerato che la valutazione dovrebbe essere riservata solo agli esperti del settore.

Presumibilmente, si ritiene che solo gli analisti di intermediazione sono dotati dell’esperienza necessaria e le competenze per poter interagire con il mercato e di predire i prezzi futuri. La valutazione, tuttavia, non è una scienza arcana che può essere praticata solo da società specializzate. Infatti, chiunque possegga competenze matematiche di base e qualche conoscenza del settore finanziario, potrà essere in grado di determinare un valore di un’azione come se non meglio di molti analisti! Ma, prima di poter stabilire il valore di una quota di azioni, sarà necessario conoscere qualche nozione di ciò che una quota di azioni è in realtà! Una quota di azioni non è una creazione magica che fluisce e scorre come la marea, bensì è la rappresentazione concreta di una proprietà parziale di una società quotata in borsa. Se, ad esempio, il signor X possiede 1 milione di azioni straordinarie e ne detiene una singola quota, significa che possiederà un milionesimo della società!

Quindi, perché qualcuno dovrebbe voler pagare per la milionesima parte di una società? Ci sono diversi motivi, in realtà. Ci sarà sempre qualcun altro che vorrebbe quel milionesimo della proprietà perché vorrebbero un milionesimo dei voti nelle riunioni degli azionisti! Anche se può sembrare di possedere una piccola parte della società, se si combina quel milionesimo con quelle 500.000 dei suoi amici, improvvisamente essi avranno la quota di maggioranza dell’azienda!! Ma il signor X potrà farci tante altre cose, come pagare i dividendi o utilizzarle per una fusione con un’altra azienda. Le aziende acquistano partecipazioni in altre società per molte ragioni. Che si tratti di una presa di potere assoluto, in cui una società acquista tutte le azioni o una joint venture, in cui l’azienda acquista tante di quelle azioni di un’altra impresa da guadagnarsi un posto nel consiglio di amministrazione, le azioni saranno sempre in vendita. Il prezzo di un titolo si traduce nel prezzo della società, in vendita per sette ore e mezza al giorno, per cinque giorni alla settimana! E’ questa l’informazione che permette ad altre società, pubbliche o private, di prendere decisioni di business intelligente con informazioni chiare e concise su quanto possano costare le quote di un’altra azienda. Una quota di azione rappresenta una quota dei ricavi della società, gli utili, il flusso di cassa (cash flow), il patrimonio netto. Per il singolo investitore, tuttavia, questo significa normalmente preoccuparsi solo di quale parte di tutti quei numeri si potrà ottenere in dividendi. Una quota di possesso da diritto a una quota di tutti i dividendi in perpetuo. Anche se le azioni della società attualmente non hanno un rendimento da ottenere dividendi, rimarrà sempre la possibilità che ad un certo punto in futuro ci potrebbe essere una sorta di dividendo. Tuttavia, una società può anche semplicemente riacquistare le proprie azioni con la sua liquidità in eccesso, piuttosto che pagare i dividendi agli azionisti. Le aziende con un flusso di cassa positivo tendono ad essere molto più liberali sul riacquisto di azioni rispetto ai dividendi, semplicemente perché i dividendi agli azionisti vengono tassati due volte!

Per concludere, abbiamo visto come le valutazioni si basino sugli utili, i ricavi, i flussi di cassa e il patrimonio netto. Con queste conoscenze, dovreste essere in grado di valorizzare qualsiasi tipo di attività.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)