Come Impostare il Trailing Stop Per Proteggere i Profitti

Il trailing stop è uno degli strumenti più utili a disposizione dei trader per massimizzare la redditività delle proprie operazioni. Se utilizzato bene, questo strumento permette non solo di aumentare le probabilità di profitto, ma allo stesso tempo permette di ridurre molto rapidamente la possibile perdita o ancora meglio bloccare l’operazione su determinati livelli di profitto. Solitamente, il trailing stop si inserisce subito dopo aver impostato l’operazione “break even”, in quanto il principale obiettivo di questa funzionalità è quello di bloccare i profitti seguendo gradualmente il profitto dell’operazione spostando gradualmente lo stop loss. Tuttavia, il trailing stop può anche essere utilizzato per far muovere lo stop loss dinamicamente man mano che la nostra operazione volge a profitto. Come ben sappiamo, un ordine di stop loss impostato con il proprio broker rappresenta un modo per proteggersi da una perdita, se un determinato titolo sta perdendo di valore. L’ordine di stop loss “dirà” al vostro broker di vendere le azioni quando e se il titolo scenderà oltre un certo prezzo. Quando si raggiungerà infatti il livello preimpostato, l’ordine di stop loss diventerà un ordine di mercato in cui il broker venderà immediatamente al miglior prezzo possibile. In un mercato volatile, non potrete certo vendere al prezzo desiderato: ma, in ogni caso, dovrebbe essere un valore abbastanza vicino.

Proteggere i Profitti

Il trailing stop rappresenta quindi una sorta di evoluzione dello stop loss classico. Il vantaggio di questo stop è che ha una forma dinamica che varia di valore al variare dei movimenti. Tanto maggiore sarà il movimento, tanto maggiore sarà la quantità di profitto che il trailing stop riuscirà a salvare. Si può impostare in base a due livelli:

  • il livello di attivazione;
  • il livello di esecuzione.

Il livello di attivazione è una variazione percentuale che, maggiorata al prezzo di carico, attiva il livello di esecuzione ad un valore inferiore. Allo stesso modo, per inserire un ordine di stop loss si procede in questo modo: ad esempio, se il titolo è venduto a $ 40 per azione, è possibile immettere un ordine di stop loss a $ 37,50 per azione. Quando il prezzo delle azioni scende a $ 37,50, si attiverà l’ordine di stop loss e il broker venderà. Nel nostro caso, sarà sufficiente dare al proprio broker un ordine di stop loss chiamato trailing stop, che è una percentuale al di sotto del prezzo di mercato. Ad esempio, si potrebbe dire al vostro broker che si desidera un Trailing Stop 10% al di sotto del prezzo di mercato. Quindi un trade con il 5% di attivazione e un 10% di esecuzione il Trailing Stop si attiverà (ipotizzando a 100 lo strumento finanziario) a 105 (100+5%=100+5=105) rendendo operativa la chiusura dell’operazione in caso di perdita del 10% dal prezzo di attivazione e quindi a quota 94,5 (105-10%=105-10,5=94,5). Ma se il prezzo sale, cresce anche il Trailing Stop che è, appunto, uno strumento “dinamico”. Questo ci fa capire anche la differenza con un altro strumento di trading, il Breakeven Stop: nel nostro caso, lo stop crescerà al crescere del valore e quindi proteggerà i profitti e non solo il capitale iniziale. Le strategie attuabili con il trailing stop sono diverse: ad esempio, è possibile stabilire il prezzo di attivazione pari al prezzo di carico o di pochissimo maggiore, e impostare un livello di esecuzione molto largo oppure prevedere un livello di attivazione alto e un livello di esecuzione vicino al prezzo attuale, così da “forzare” la chiusura del trade al primo storno.

Utilizzando l’esempio iniziale, il trailing stop si attiverebbe a $ 34,20 per azione ($ 38 x 10% = $ 3,80, $ 38 – $ 3,80 = $ 34,20).

Se il titolo continuerà a salire, altrettanto farà il trailing stop. Ad esempio:

  • a $ 39 per azione, il trailing stop sarà 35,51 $
  • a $ 40 per azione, il trailing stop sarà 36,00 $
  • a $ 41 per azione, il trailing stop sarà 36,90 $
  • a $ 42 per azione, il trailing stop sarà 37,80 $

Fino a quando l’azione continuerà a salire o si manterrà relativamente stabile, non succederà nulla. Tuttavia, se inizia a scendere tanto da “colpire” il livello di trailing stop preimpostato, allora il broker venderà e voi intascherete il vostro profitto. Il trucco per guadagnare o proteggere i propri profitti sta nell’impostare la percentuale ad un livello che rappresenti un calo dei prezzi veritiero rispetto alle normali fluttuazioni giornaliere.

Sommario Articolo
Come Impostare il Trailing Stop Per Proteggere i Profitti
Titolo
Come Impostare il Trailing Stop Per Proteggere i Profitti
Descrizione
Come usare il trailing stop per proteggere i profitti nel trading.
Autore
Editore
InvestimentoInBorsa.com
Logo Editore

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *