Come investire in Certificati di Deposito

certificati di depositoI Certificati di Deposito o CD sono titoli vincolati e trasferibili che danno al possessore il diritto al rimborso del capitale più un certo interesse. I Certificati di deposito hanno una durata che varia dai 3 mesi ai 5 anni e possono essere a tasso fisso, variabile o a zeo coupon. Quelli a tasso fisso remunerano l’investimento ad un tasso di interesse fisso stabilito prima dell’emissione, quelli a tasso variabile remunerano l’investimento ad un tasso di interesse variabile (il tasso varia a determinate scadenze temporali seguendo i tassi di mercato), mentre quelli a zero coupon sono senza cedola (coupon) e non liquidano periodicamente gli interessi ma li corrispondono unitamente al capitale alla scadenza del titolo. I Certificati di Deposito sono l’ideale per le persone di tutte le età che desiderano un investimento a basso rischio per “parcheggiare” quella liquidità che non si intende utilizzare immediatamente. Infatti, se non avete bisogno a breve termine di liquidità, sarà probabile che voi vogliate che i vostri soldi abbiano un migliore tasso di rendimento senza dover assumere troppi rischi. Questa è l’utilità di un CD!

Ci sono 2 fattori da considerare prima dell’acquisto di un Certificato di Deposito:

  1. Il vostro orizzonte temporale: avete bisogno di una parte o di tutto il vostro denaro? Avete altre risorse in cassa? Se si dispone di una somma di denaro e non ci si aspetta di utilizzarlo per sei mesi o più, un CD può essere l’ideale!
  2. Tassi d’interesse: la direzione anticipata dei tassi di interesse vi aiuterà a determinare il tempo per “legare” il vostro denaro. Se i tassi sono in aumento (di solito quando l’inflazione è in aumento), un CD a breve termine sarà l’ideale. Se i tassi sono in calo (di solito quando l’economia è in “downswing”), un CD a lungo termine CD potrebbe farvi guadagnare di più, dal momento che si “bloccherà” ad un tasso più alto.

In questo articolo si parla di:

Come investire

Prima di acquistare un Certificato di Deposito, ci sono due indici che dovete conoscere:

  • APR – Il tasso annuo o il tasso di interesse che una banca sta offrendo sul CD.
  • APY – Il rendimento annuo: vi dice quello che guadagnerete per tutta la durata pluriennale del CD.

In parole povere, è come il vostro investimento cresce nel tempo. Diciamo che investire 10.000 Euro in un CD a tre anni vi farà guadagnare il 5% annuo. Nel primo anno, il vostro investimento di 10.000 Euro ve ne farà guadagnare 500. Nel secondo anno, il 5% del nuovo totale (10.500) sarà di 525. Nel terzo anno, il 5% di 11.025 sarà di circa 551. L’importo totale del denaro crescerà ogni anno, quindi la quantità che rappresenta il 5% del vostro investimento crescerà di conseguenza. Questo è il cosiddetto compounding.

Quindi, se avete deciso che il CD rappresenta il vostro investimento ideale, ecco cosa dovete fare:

  1. Scegliete il termine: determinate per quanto tempo si vuole impegnare il vostro denaro. Questo dipende da quando avrete bisogno di soldi o se si dispone di altra liquidità finchè il vostro CD maturerà.
  2. Scegliete il tipo: decidete quale tipo di CD si adatta meglio alle vostre esigenze. Ad esempio, se si vuole investire per due anni e non volete correre il rischio di essere bloccati con un tasso basso, un CD bump-up può essere l’ideale (consente al titolare del conto di aumentare il tasso di CD ad un tasso di interesse più elevati se i tassi di mercato salgono). Avete paura di aver bisogno di denaro a breve termine per delle emergenze? Si consideri un CD liquido.
  3. Rivedete i tassi: dopo aver scelto la durata e il tipo di CD che si desidera, scoprite quali tassi sono disponibili presso differenti banche.

La tecnica del laddering

Un modo per ridurre gli svantaggi di un CD è quello di utilizzare una tecnica chiamata “laddering.” Questa strategia consente un accesso regolare ad una parte del vostro denaro e vi protegge contro l’eventuale rialzo dei tassi. Il laddering è semplice. Invece di investire una grossa fetta di denaro in un CD, dividete il capitale in parti uguali e investite in ogni CD per una durata variabile.

Ecco come funziona: diciamo che si vuole investire 15.000 Euro. Con il laddering, si investirà 5.000 CD di un anno, 5.000 in CD a due anni e altri 5.000 in CD di tre anni. Poi, ogni volta che uno dei tre CD matura, si dovrebbe prendere il contante o re-investire in un altro CD di tre anni per mantenere la posizione acquisita.

Il laddering offre 3 vantaggi importanti:

  • vi libera dalla “pena” di accedere al CD per incassare ogni volta che maturerà;
  • offre tassi di interesse più favorevoli, visto che voi investerete sempre in Certificati di Deposito a lungo termine;
  • vi farà guadagnare di più se i tassi di interesse saranno più alti quando si ri-investirà.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

One thought on “Come investire in Certificati di Deposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *