Come Fare Trading Sull’Indice Nasdaq

Nel giro di pochi decenni, il settore tecnologico ha generato alcuni dei più grandi nomi dell’industria tecnologica, come Apple (AAPL), Microsoft (MSFT), Google (GOOG), Facebook (FB), Amazon.com (AMZN), Intel (INTC) e Qualcomm (QCOM). Il Nasdaq è di gran lunga l’indice tecnologico più conosciuto al mondo, anche se contiene un notevole numero di titoli del settore biotech, sanitario e beni di consumo. Quando si parla di indice Nasdaq, è importante distinguere tra il Nasdaq Composite e il Nasdaq-100. Il Nasdaq Composite è un indice onnicomprensivo di oltre 2.500 titoli che vengono “tradati” quotidianamente sul mercato Nasdaq. Il Nasdaq-100, invece, rappresenta un sottoinsieme molto più piccolo del Nasdaq Composite e comprende circa 100 titoli (107, dal maggio 2015) delle maggiori società non finanziarie quotate al Nasdaq, che rappresentano il 67% della capitalizzazione totale del Nasdaq Composite . In questo articolo, vi illustrerò quattro strategie di negoziazione per questo indice, basate principalmente sull’utilizzo di Exchange-Traded Funds (ETF).

1. Optare Per Posizioni “Long”

Oggi esistono una serie di ETF che replicano il Nasdaq-100, ma solo uno o due che tengono traccia dell’ampio Nasdaq Composite! L’ETF più grande e antico che tiene traccia del Nasdaq-100 è il Powershares QQQ Trust Series 1, meglio conosciuto con il suo simbolo QQQ, che ha quasi 38 miliardi di dollari di attività a partire da maggio 2015. Per prendere una posizione lunga sul vasto Nasdaq Composite, un investitore può utilizzare il Fidelity Nasdaq Composite Index Tracking Stock ETF (ONEQ), che aveva un totale attivo di 600 milioni di dollari a partire dal maggio 2015.

2. Optare per Posizioni “short”

12332I trader ribassisti possono assumere posizioni short sul Nasdaq tramite uno “short selling” del QQQ o ONEQ. Per chi non lo sapesse, per short selling (o vendita allo scoperto) s’intende un’operazione finanziaria che consiste nella vendita di strumenti finanziari non posseduti  con successivo riacquisto. Questa operazione si effettua se si ritiene che il prezzo al quale gli strumenti finanziari si riacquisteranno sarà inferiore al prezzo inizialmente incassato attraverso la vendita. Ma i trader con un orizzonte temporale a breve termine possono considerare l’utilizzo di ETF “inversi” come il ProShares Short QQQ Fund (PSQ), il quale cerca risultati giornalieri che corrispondono all’inverso della performance giornaliera del Nasdaq-100. I trader più aggressivi con maggiore propensione al rischio potrebbero prendere in considerazione invece gli ETF “a leva”, come il ProShares UltraShort QQQ Fund (QID), che cerca risultati giornalieri pari al 200% dell’inverso della performance giornaliera del Nasdaq-100, oppure il ProShares UltraPro Short Fund QQQ (SQQQ), che cerca risultati giornalieri pari al 300% dell’inverso della performance giornaliera del Nasdaq-100. Ciò significa che se il Nasdaq-100 scende del 2% in un dato giorno, il SQQQ guadagnerà circa il 6%. Anche se la vendita allo scoperto è un tentativo rischioso già di per sé, gli ETF inversi o a leva possono comportare rischi particolari che li rendono adatti solo a trader esperti.

3. Prendere Posizioni Su Un Settore Specifico, Come il Biotech

Il settore delle biotecnologie ha dato un enorme contributo alla performance “frizzante” del Nasdaq-100 negli ultimi anni. I sei giganti della biotecnologia presenti in questo indice, Amgen (AMGN), Gilead Sciences (GILD), Celgene (CELG), Biogen (BIIB), Alexion (ALXN), e Vertex (VRTX), sono cresciuti ad una media di oltre il 500% da Marzo 2009 ad Aprile 2015. Per prendere posizioni rialziste sul Nasdaq Biotechnology Index, si può usare l’ETF iShares Nasdaq Biotechnology (IBB), che aveva un patrimonio di 8,7 miliardi di dollari a partire da Maggio 2015. Per chi fosse interessato a posizioni ribassiste può invece optare per uno short selling dell’ETF IBB, oppure utilizzare il ProShares UltraShort Nasdaq Biotechnology Fund (BIS), che cerca risultati pari al 200% dell’inverso della performance giornaliera dell’indice biotech.

4. Fare Trading Con Le Opzioni

Si può facilmente fare trading sul Nasdaq utilizzando le opzioni sugli ETF più popolari. Le unità QQQ chiusero a 110,05 dollari il 29 Maggio 2015, vicino al loro massimo storico di 111,16 dollari raggiunto nel mese di Aprile dello stesso anno. Un investitore rialzista che si aspetta che il Nasdaq-100 guadagni tra il 4-5% entro la fine dell’anno potrebbe prendere in considerazione l’acquisto da Dicembre 2015 a 115 $, “tradando” a $ 2,47 / $ 2.67. Un investitore ribassista che si aspetta una correzione significativa a breve termine sul Nasdaq-100 potrebbe comprare invece a Luglio 2015 a $ 105, tradando a $ 0,53 / $ 0,58.

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0
Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close