Guida Alle Valute Caraibiche

Ad oggi sono diverse le valute utilizzate per pagare beni e servizi in tutte le isole dei Caraibi. Anche se una parte di esse ha un tasso di cambio decisamente fluttuante, la maggior parte operano sotto un regime di cambio fisso e sono strettamente ancorate al dollaro degli Stati Uniti. Tra il 1935 e il 1965, il dollaro delle Indie Occidentali Britanniche era ampiamente utilizzato in tutti i Caraibi. In seguito, fu sostituito dal dollaro dei Caraibi Orientali: anche se questa moneta esiste ancora, molte isole hanno da allora deciso di dotarsi di una propria valuta nazionale. Vediamo ora una breve panoramica delle valute più comuni che si possono trovare nei Caraibi.

Dollaro dei Caraibi Orientali (XCD)

bitcoinSi tratta di una delle valute più antiche della regione. Emesso dalla Eastern Caribbean Central Bank, il dollaro dei Caraibi Orientali è la moneta ufficiale delle isole di Anguilla, Antigua e Barbuda, Dominica, Grenada, Montserrat, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia e Saint Vincent e Grenadine. Queste isole formano un’unione economica chiamata Organisation of the Eastern Caribbean States (OECS), ovvero l’Organizzazione degli Stati dei Caraibi orientali. Il codice di valuta per il dollaro dei Caraibi orientali è XCD ed opera in un regime di cambio fisso. Dal 7 luglio 1976 è ancorato al dollaro degli Stati Uniti, ad un tasso di cambio di US $ 1 – XCD $ 2,70.

Dollaro delle Barbados (BBD)

Fino al 1973 le Barbados utilizzavano il dollaro dei Caraibi Orientali come moneta ufficiale. In seguito, il paese si dotò di una propria moneta: il dollaro delle Barbados. Come il dollaro dei Caraibi orientali, esso opera nell’ambito di un regime di cambio fisso ed è ancorato al dollaro statunitense ad un tasso di US $ 1 – BBD 2 $.

Dollaro di Trinidad e Tobago (TTD)

Il dollaro di Trinidad e Tobago è una delle poche monete della regione ad operare in un regime di tasso di cambio fluttuante. Ciò significa che il cambio viene determinato di volta in volta dalle contrattazioni che si verificano nel mercato dei cambi e sono influenzati dalla domanda e dall’offerta delle valute estere. La valuta entrò in vigore nel 1964, sostituendo il dollaro dei Caraibi Orientali. Dal 1964 al 1968, anche l’isola di Grenada utilizzò il dollaro di Trinidad e Tobago come moneta a corso legale, prima di tornare al dollaro dei Caraibi Orientali.

Dollaro Giamaicano (JMD)

Il dollaro giamaicano è emesso dalla Banca della Giamaica e, come quello di Trinidad e Tobago, opera sotto un regime di cambio fluttuante. Nel 2013, il tasso di cambio si è indebolito ad US $ 1 – JMD $ 100. A causa degli alti livelli di inflazione presenti nel paese, le monete e banconote da $ 1, $ 2, $ 5, $ 10 e $ 20 vengono raramente utilizzate, rendendo quelle da $ 50, $ 100, $ 500 e $ 1000 le più frequentemente usate dalla popolazione.

Dollaro USA ed Euro (USD – EUR)

Molte isole dei Caraibi non hanno la loro moneta e, di conseguenza, usano valute straniere come mezzo di cambio ufficiale. Ad esempio, Guadalupa, Martinica, Saint Barthélemy e Saint Martin (cioè le isole che compongono i Caraibi francesi), utilizzano l’Euro. Allo stesso tempo, le Isole Vergini Britanniche, Porto Rico, Isole Turks e Caicos e Isole Vergini statunitensi usano il dollaro degli Stati Uniti. Inoltre, non è insolito per la maggior parte delle imprese della regione accettare il dollaro statunitense, la sterlina britannica e l’Euro, anche perché i numerosi turisti solitamente non vanno in giro con molta moneta locale.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *