Indicatori Dell’Analisi Tecnica: il ROC

Il ROC (Rate of Change) è uno degli indicatori più importanti dell’analisi tecnica. Tuttavia, non avrebbe senso parlare di ROC senza prima spiegarvi l’indicatore momentum. Il momentum è un oscillatore che indica la forza del mercato misurando il tasso di variazione dei prezzi rispetto ai loro livelli effettivi. Si tratta di un concetto da conoscere per ogni trader, perché esso è fondamentale per tutta l’analisi tecnica basata sugli oscillatori.

Il momentum viene calcolato in base a dati del passato (come per tutti gli oscillatori), registrando le continue variazioni di prezzo su intervalli di tempo prefissati. Ad esempio, se vogliamo costruire la linea del momentum a 5 giorni, dovremo sottrarre all’ultimo prezzo segnato quello di chiusura di cinque sedute precedenti. La formula sarà quindi questa…..

M = V – Vx (dove V rappresenta l’ultimo prezzo di chiusura e Vx il prezzo di 5 giorni prima).

Quando il momentum ha un valore positivo, indicherà un prezzo dell’ultima giornata superiore a quello di cinque giornate precedenti, viceversa un prezzo inferiore a quello della quinta giornata precedente avrà conseguentemente un valore di momentum negativo. Nell’esempio sopra ho utilizzato un valore di cinque periodi, ma nella realtà gli investitori tendono principalmente ad utilizzare come parametro 10 o 14 giorni (ovviamente nessuno vieta di utilizzare periodi differenti!). Tuttavia, usare un periodo inferiore, comporterà un maggior numero di falsi segnali e oscillazioni più evidenti, mentre un periodo di tempo più lungo produrrà una linea più “smussata” nella quale le onde dell’oscillatore risulteranno molto meno movimentate. Il momentum, quindi, misura il tasso di variazione dei prezzi.

Il ROC

Nell’analisi tecnica, l’oscillatore ROC (come l’indicatore di momentum), indica la forza del mercato misurando il tasso di variazione dei prezzi rispetto ai loro livelli effettivi. In un grafico, se vogliamo determinare le linea del Rate of Change a 10 giorni, dovremo fare semplicemente la divisione tra il prezzo dell’ultima chiusura disponibile e il prezzo della chiusura di 10 sedute precedenti e moltiplicare il risultato ottenuto per 100. La formula matematica del ROC è quindi la seguente….

ROC = (V / Vx) * 100 (dove V è l’ultimo prezzo di chiusura e Vx il prezzo di 10 giorni prima).

roc

Quando il prezzo misurato è maggiore rispetto a dieci settimane prima, l’indicatore segnalerà un livello di momentum superiore alla linea di equilibrio. Poi, se l’indicatore esprime un livello ancora più elevato, l’incremento del prezzo rispetto a dieci settimane prima sarà aumentato. Quando invece il livello del momentum decresce, pur restando al di sopra della linea di equilibrio, il prezzo aumenterà sempre rispetto a dieci settimane prima (ma la sua crescita si sta riducendo). Se l’indicatore si porta sotto la linea di equilibrio, il prezzo è diminuito rispetto a dieci settimane prima e, se scende ancora, il prezzo osservato sta diminuendo in modo ancora più evidente. Quando il valore di momentum si ferma invece sulla linea di equilibrio senza attraversarla, significa che il prezzo sta ancora diminuendo ma il suo decremento sta rallentando. Riassumendo, un ROC in crescita indicherà un momentum positivo, uno in calo una perdita di momentum.
Un momentum in crescita dovrà quindi essere interpretato come un fattore rialzista, uno in calo come un fattore ribassista.

Un’altra cosa da tenere in considerazione sono i trend. La differenza importante è che un’inversione di tendenza del momentum non indica altro che un’inversione del momentum stesso. Il fatto che gli oscillatori cambino direzione non significa che i prezzi facciamo lo stesso! Normalmente una inversione della tendenza del momentum si traduce in una conferma del segnale di inversione della tendenza del prezzo. I segnali di acquisto/vendita possono derivare solo da una inversione della tendenza del prezzo effettivo e non della serie di momentum.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *