La Bilancia Dei Pagamenti

La Bilancia dei Pagamenti è il metodo che i vari paesi usano per monitorare tutte le transazioni monetarie internazionali in un determinato periodo di tempo. Di solito, essa viene calcolata ogni trimestre e ogni anno solare. Tutte le operazioni effettuate sia dal settore pubblico che privato, vengono contabilizzate nella Bilancia dei Pagamenti al fine di determinare la quantità di denaro viene movimentata sia dentro che fuori un determinato paese. Una nazione può ricevere denaro (credito) o pagare/inviare denaro (debito). Teoricamente, la Bilancia dei Pagamenti dovrebbe essere pari a zero, il che significa che le attività (crediti) e le passività (debiti) devono bilanciare: ma, nella pratica, ciò è molto raro! Così, la BdP può dire agli osservatori se un paese ha un deficit o un surplus e in quale settore esistono problemi.

La Bilancia dei Pagamenti si divide in tre categoria principali: il conto corrente, il conto capitale e il conto finanziario. All’interno di queste tre categorie esistono delle sotto-categorie, ognuna delle quali rappresenta un diverso tipo di transazione monetaria internazionale.

Conto Corrente

bilancia commercialeIl conto corrente viene utilizzato per contrassegnare l’afflusso e il deflusso di beni e servizi in un paese. Anche i guadagni sugli investimenti, sia pubblici che privati​​, sono messi in conto corrente. All’interno del conto corrente ci sono i crediti e i debiti sul commercio di merci, che comprendono prodotti come le materie prime e manufatti che vengono acquistati, venduti o regalati (eventualmente in forma di aiuti). I servizi si riferiscono agli incassi da turismo, trasporti (ad esempio, come il prelievo che deve essere pagato in Egitto quando una nave attraversa il Canale di Suez), l’ingegneria, le tasse dei servizi alle imprese (da avvocati o di consulenza di gestione, per esempio) e royalties da brevetti e copyright. Quando combinati, beni e servizi costituiscono l’equilibrio commerciale di un paese (bilancia commerciale). Essa il maggior fattore di equilibrio di un paese, in quanto costituisce il totale delle importazioni e delle esportazioni. Se un paese ha un deficit della sua bilancia commerciale, importa più di quanto esporta: se invece ha un saldo positivo della sua bilancia commerciale, esporta più di quanto importa. Poi, per quanto riguarda gli incassi da attività generatrici di reddito (quali azioni sotto forma di dividendi) vengono anche registrate nel conto corrente. L’ultimo componente del conto corrente sono i trasferimenti unilaterali. Si tratta di crediti che sono per lo più le rimesse dei lavoratori, cioè gli stipendi inviati nel paese di origine di un lavoratore all’estero, così come un aiuto straniero che viene ricevuto direttamente.

Conto Capitale

Il conto capitale è dove sono registrati tutti i trasferimenti internazionali di capitali. Questo si riferisce alla acquisizione o la cessione di attività non finanziarie (per esempio, un bene fisico come i terreni) e attività non prodotte, che sono necessari per la produzione ma non sono stati ancora prodotti, come una miniera per l’estrazione dei diamanti. Il conto del capitale è suddiviso a sua volta in flussi monetari da remissione del debito, trasferimento di beni e le attività finanziarie da parte dei migranti in partenza o che entrano in un paese, il trasferimento della proprietà delle immobilizzazioni (come le apparecchiature utilizzate nel processo di produzione per generare reddito), il trasferimento dei fondi ricevuti per la vendita o l’acquisto di immobilizzazioni, da regalo e di tasse di eredità e i danni non assicurati alle immobilizzazioni.

Conto Finanziario

Il conto finanziario comprende i flussi monetari internazionale di cassa relativi a investimenti in imprese, nel settore immobiliare, le obbligazioni e le azioni che vengono documentate. Inoltre sono incluse le attività di proprietà del governo, come riserve estere, i diritti speciali di prelievo (oro) detenuti presso il Fondo monetario internazionale (FMI), le attività private detenute all’estero e gli investimenti diretti esteri. Beni di proprietà di stranieri, privati ​​e ufficiali, sono anche registrati nel conto finanziario.

Il conto corrente deve essere misurato in relazione alla combinazione del conto capitale e finanziario: tuttavia, come già detto, questo accade raramente. Dobbiamo anche notare che, con tassi di cambio fluttuanti, la variazione del valore del denaro può aggiungere delle discrepanze alla Bilancia dei Pagamenti. Quando vi è un deficit dei conti correnti (che è un deficit della bilancia commerciale), la differenza può essere presa in prestito o finanziate con il conto capitale. Se un paese ha un cespite all’estero, tale importo preso in prestito sarà contrassegnato come un conto di deflusso di capitali. Tuttavia, la vendita di tale immobilizzazione sarebbe considerata un afflusso di conto corrente (proveniente dagli investimenti). Il disavanzo dei conti correnti dovrebbe quindi essere finanziato. Quando un paese ha un deficit di conto corrente che viene finanziato dal conto capitale, esso in realtà rinuncerà a beni strumentali per ottenere più beni e servizi. Se un paese sta prendendo a prestito denaro per finanziare il disavanzo dei conti correnti, questo apparirebbe come un afflusso di capitali stranieri nella Bilancia dei Pagamenti.

Liberalizzazione dei Conti

L’aumento delle transazioni finanziarie e commerciali globali verso la fine del 20° secolo hanno stimolato la Bilancia dei Pagamenti e la liberalizzazione macroeconomica in molte nazioni in via di sviluppo. Con l’avvento del boom economico dei mercati emergenti, i paesi in via di sviluppo sono stati invitati ad eliminare le restrizioni sui movimenti di capitali e finanziarie per per approfittare di questi afflussi di capitale. Molti di questi paesi hanno avuto delle politiche macroeconomiche restrittive, per i quali le normativa impedivano la proprietà straniera delle attività finanziarie e non finanziarie. I regolamenti anche limitato il trasferimento di fondi all’estero.

Con il conto capitale e la liberalizzazione finanziaria, i mercati dei capitali hanno cominciato a crescere, non solo permettendo un mercato più trasparente e sofisticato per gli investitori, ma anche dando luogo ad investimenti diretti esteri (IDE).

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi allenarti col Trading?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

One thought on “La Bilancia Dei Pagamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *