La Borsa Valori

borsa valoriLa Borsa valori è il mercato pubblico in cui vengono negoziati i titoli finanziari, sia privati che pubblici. Nella Borsa possono essere trattate tre specie di titoli:

  • le azioni, emesse da società di capitali
  • le obbligazioni, emesse da società private, da imprese pubbliche (l’Enel, per esempio) e da istituti di credito speciale
  • i titoli pubblici emessi dallo Stato, come ad esempio i BOT (Buoni Ordinari del Tesoro), CCT (Certificati di Credito del Tesoro) e BTP (Buoni del Tesoro Poliennali).

La Borsa assolve ad una funzione economica importantissima: essa è il canale attraverso il quale il risparmio viene convogliato nei settori produttivi ed in tutti gli altri settori (es. pubblica amministrazione) che abbiano bisogno di liquidità.

Le imprese (pubbliche o private), oltre a poter ricorrere a strumenti come l’autofinanziamento, hanno la possibilità di emettere titoli azionari ed obbligazionari per sovvenzionare i propri piani di sviluppo, così come la Pubblica Amministrazione può collocare i titoli pubblici sul mercato per far fronte al proprio fabbisogno finanziario. Inoltre la Borsa valori offre ai risparmiatori l’opportunità di impegnare le loro disponibilità in modo durevole ed, a volte, assai redditizio, in alternativa alle forme più tradizionali di investimento del risparmio.

La funzione di interesse generale (finanziamento del sistema produttivo) e quella di interesse privato-speculativo (remunerazione dei portatori dei titoli) possono conciliarsi perfettamente, a patto che vengano adottati adeguati controlli pubblici sul funzionamento del mercato (ad esempio, accertamento dei requisiti delle società quotate, repressione della speculazione disonesta ecc.). Infatti, il risparmiatore avrà tutto l’interesse ad acquistare i titoli azionari delle imprese più sane e meglio amministrate al fine di ottenere degli utili (interesse privato).

La Borsa valori in Italia

Nel nostro Paese le Borse sono costituite in numero fisso con decreto del Presidente della Repubblica e sono gestite dalle Camere di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato sotto il rigoroso controllo della CONSOB (COmmissione Nazionale per le SOcietà e la Borsa). La CONSOB, i cui membri sono di nomina governativa, compie una vigilanza sulle società quotate, inoltrando periodicamente richieste di informazioni sul loro andamento economico e sulla loro gestione, allo scopo di soddisfare l’interesse pubblico di tutela del risparmio. Tra i suoi compiti istituzionali rientra anche quello di vagliare le richieste di ammissione in Borsa di nuove società. In base al nuovo regolamento della CONSOB, i fondamentali requisiti che una società deve possedere per ottenere l’ammissione alle quotazioni sono:

  1. il patrimonio netto non deve essere inferiore ad 1,5 milioni di Euro. Per patrimonio netto si intende l’ammontare complessivo, risultante dall’ultimo bilancio approvato, del capitale versato e delle riserve, diminuito delle perdite;
  2. i bilanci degli ultimi tre esercizi annuali devono essere in utile e almeno l’ultimo deve essere certificato ai sensi di legge;
  3. la società e gli enti emittenti devono essere regolarmente costituiti ed i loro statuti devono essere conformi alle leggi ed ai regolamenti ai quali essi sono soggetti;
  4. i titoli emessi devono essere conformi alle leggi ed ai regolamenti ai quali essi sono soggetti;
  5. i titoli devono avere una diffusione tra il pubblico tale da assicurare un regolare funzionamento del mercato

Gli organi della Borsa (oltre alla Camera di Commercio) sono:

  • i Commissari di Borsa, funzionari della CONSOB che svolgono un’azione di sorveglianza sull’andamento e sul funzionamento del mercato
  • il Comitato Direttivo degli Agenti di cambio, che svolge un controllo sull’attività degli agenti, redige i listini dei titoli, dà esecuzione coattivamente alle liquidazioni nei casi di insolvenza, ecc.
  • la Deputazione di Borsa, che accerta il rispetto delle leggi vigenti
  • le S.i.m. (Società di intermediazione mobiliare), che possono esercitare la negoziazione di titoli sia per conto proprio che per conto terzi

La Borsa più importante operante in Italia è quella che ha sede in piazza degli Affari, a Milano.

 

Piattaforme per operare in borsa col trading online

Piattaforme
Min. Deposito
Leva Max
Demo Gratuita
€100
300:1
€100
300:1
€10
500:1
€50
400:1
€50
400:1

 

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0
Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

2 thoughts on “La Borsa Valori

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close