CFD: la Leva Finanziaria

Quando abbiamo iniziato a parlare di CFD, abbiamo accennato come la leva finanziaria sia una delle principali caratteristiche di questi strumenti di trading, quella che li rende così affascinanti per gli investitori.

La leva finanziaria, infatti, consente di negoziare su una quantità di titoli più grande rispetto a quella che potremmo negoziare con il capitale effettivo. Questo strumento amplificherà quindi la forza del nostro capitale consentendoci di negoziare su una quantità di titoli più elevata.

cfd leva finanziaria

Leva Finanziaria e CFD

Quando si usa la leva finanziaria nel trading, il broker anticiperà il denaro necessario all’operazione…ma, ovviamente, prenderà anche tutte le precauzioni del caso per non rimetterci!

Questo significherà che se il trader vorrà chiudere le operazioni con un profitto superiore a quello che potreste ottenere con l’effettivo capitale disponibile, dovrà anche mettere in conto che non potrà rischiare più di tanto in quanto il broker non lo permetterà.

Prima di utilizzare una leva, quindi, pensate bene al tipo di trading che state facendo. Nel caso di operazione negativa, infatti, perderete tutto il capitale investito.

Esempio di Leva Finanziaria

L’effetto della leva finanziaria è molto utile soprattutto per chi non dispone di grosse somme di denaro. Ad esempio, per negoziare € 2.000 di azioni non ci sarà bisogno della stessa cifra di capitale effettivo, ma soltanto di una frazione dello stesso. In questo senso, se la leva finanziaria è di 1:50, per muovere € 2.000 di azioni dovrete impiegare soltanto € 400.

Leva e Margini

Come abbiamo visto, la leva finanziaria è una sorta di “prestito” che il broker concede. Ma, a fronte di questo prestito, il trader dovrà dare alcune piccole garanzie. La prima in denaro, calcolata sull’importo investito nella singola operazione e chiamata margine di garanzia (o garanzia a margine), che viene restituita una volta che si chiude la posizione, sempre se questa non si sia conclusa in perdita.

Questo viene calcolato (in percentuale) in base al capitale investito e può variare da strumento a strumento (comunque indicato nei dettagli del CFD). Quando il margine di garanzia è vicino al limite, il broker effettuerà una margin call, ovvero avviserà il trader tramite email, telefono, sms e tutto ciò che avrete fornito per contattarvi, chiedendogli se deve aumentare questa garanzia o se desidera invece chiudere la posizione.

Nel caso non riceva risposta, il broker chiuderà la posizione in automatico sia per tutelarsi che per non farvi andare in rosso.