Opzioni Binarie: La Strategia 60 Secondi

L’utilizzo di una strategia 60 secondi è sicuramente uno dei modi migliori per guadagnare con le opzioni binarie. Con questa tecnica è infatti possibile guadagnare fino al 75% del capitale investito…in soli 60 secondi! Ad ogni modo, si tratta di una strategia non semplice da applicare per chi è alle prime armi. Anche perché in questo poco tempo il mercato potrebbe essere molto più volatile e, quindi, poco prevedibile. Oggi vedremo come applicare una strategia 60 secondi nelle opzioni binarie utilizzando le ottime Medie Mobili, in modo da gestire efficacemente il fattore rischio.

Strategia 60 Secondi: Vantaggi e Svantaggi

I vantaggi principali di una strategia 60 secondi sono:

  • profitti veloci;
  • maggiori opportunità di trading;
  • maggiore volatilità quando il mercato è lento.

I principali svantaggi sono invece:

  • maggiore facilità nel mancare un’entrata;
  • perdite che possono salire rapidamente;
  • può essere considerata un vero e proprio “gioco d’azzardo”.

Strategia 60 Secondi con Le Medie Mobili

Probabilmente, le medie mobili sono l’indicatore di trading al mondo, anche perché sono presenti in ogni grafico. Si tratta di uno degli strumenti dell’analisi tecnica più importanti e possono essere utilizzate sia da sole che (consigliato!) in combinazione con gli altri indicatori e oscillatori.

Le medie mobili più utilizzate dai trader oggi sono due:

  • Semplice – In questo caso, vengono presi a riferimento i dati di un determinato periodo e ne viene calcolata la media sommandoli fra loro e dividendo per il numero totale di valori.
  • Esponenziale – A differenza della precedente, dove viene data importanza ad ogni singolo dato, con la media mobile esponenziale viene dato un peso differente ai vari prezzi: maggiore ai più recenti e minore a quelli più vecchi. Ecco perché viene spesso definita media mobile ponderata esponenziale.

Opzioni Binarie: La Strategia 60 Secondi

Nel grafico sopra è stata utilizzata una media mobile a 21 sessioni di trading (le candele sul grafico, che vengono prese in considerazione per calcolare e disegnare la media). Questo periodo dovrebbe sempre essere adattato in base al timeframe del grafico: una media mobile con periodo 8, ad esempio, va bene per un trading a breve termine (grafici con timeframe fino a 1 ora). Ma se volete utilizzare un timeframe superiore, come 24h, dovrete optare per una media mobile con periodo impostato a 21.

Ricordate che:

  • aumentando il timeframe, la media mobile seguirà più lentamente il movimento dei prezzi. Ciò significa che riceverete meno segnali di trading, ma saranno certamente più affidabili;
  • diminuendo il timeframe, la media mobile seguirà più velocemente il movimento dei prezzi. Questo significa che riceverete molti più segnali di trading, ma saranno meno accurati e affidabili.

Quindi, la media mobile segue sempre l’andamento dei prezzi: in un trend ribassista, si trova al di sopra dei prezzi, funzionando come una sorta di resistenza. In uno rialzista, si trova al di sotto dei prezzi, funzionando come una sorta di supporto.

Per quanto riguarda i segnali di trading per operare con le opzioni binarie 60 secondi, bisogna tenere in considerazione i “cross” che avvengono tra i prezzi e la media mobile. Ovvero:

  • quando i prezzi vanno al ribasso (da sopra a sotto la media mobile), si ha un segnale ribassista. In questo caso bisogna investire con una opzione binaria 60 secondi Put;
  • quando i prezzi vanno al rialzo (da sotto a sopra la media mobile) si ha un segnale rialzista. In una situazione simile, bisognerebbe investire con una opzione binaria 60 secondi Call.
Sommario Recensione
Data Recensione
Articolo
Opzioni Binarie: La Strategia 60 Secondi
Voto
51star1star1star1star1star
Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *