Perché Oscilla Il Prezzo di Un Titolo?

I prezzi delle azioni oscillano ogni giorno a causa di alcune “forze” di mercato che riguardano i livelli di domanda e di offerta. Se più persone vogliono acquistare un titolo (domanda) rispetto a quanti siano disposte a venderlo (offerta), allora il prezzo salirà. Al contrario, se più persone vogliono vendere un’azione rispetto a quante vogliono acquistarla, non ci sarebbe maggiore offerta rispetto alla domanda e il prezzo calerebbe. La comprensione del funzionamento della domanda e dell’offerta è abbastanza semplice. Ciò che è difficile comprendere è ciò che fa preferire all’investitore un’azione rispetto ad un’altra. La risposta più logica e generica è che ognuno ha le proprie idee e strategie di trading.

Detto questo, la teoria generale è che l’oscillazione dei prezzi di un titolo indica ciò che gli investitori pensano di una società. Ciò però non significa equiparare il valore di un’azienda con il prezzo delle sue azioni. Il valore di un’azienda è dato infatti dalla sua capitalizzazione di mercato, che è il prezzo delle azioni moltiplicato per il numero di azioni in circolazione. Ad esempio, una società il cui prezzo per azione è $ 100 e ha 1 milione di azioni in circolazione, avrà un valore minore di una società che commercia a $ 50 e che ha 5 milioni di azioni in circolazione ($ 100 x 1 milione = $ 100 milioni mentre $ 50 x 5 milioni di = $ 250.000.000 ).
trade online A complicare ulteriormente le cose, il prezzo di un titolo non solo rifletterà il valore corrente di una società, ma anche la crescita che gli investitori si aspettano in futuro. Il fattore più importante che influenza il valore di un’azienda sono le sue entrate. Se una società non guadagna, non può rimanere in attività. Le società pubbliche sono tenute a segnalare i loro guadagni quattro volte l’anno (una volta ogni trimestre). Sono i cosiddetti “utili stagionali”. La ragione di questo è che gli analisti basano i loro giudizi sul valore futuro di una società in base alla proiezione dei loro guadagni. Se una società consegue risultati sorprendenti (migliori del previsto), il prezzo del suo titolo salirà. Se i risultati sono invece deludenti (inferiori alle attese), allora il prezzo scenderà.

Naturalmente, non sono solo i guadagni ad influenzare le scelte d’investimento. Sarebbe troppo semplice! Ad esempio, durante la bolla del settore tecnologico di qualche tempo fa, decine di aziende operanti su internet aumentarono le loro capitalizzazioni di mercato…..senza però mai fare anche il più piccolo profitto! Come tutti sappiamo queste valutazioni non reggono e la maggior parte delle aziende “dotcom” hanno visto il loro valore ridursi ad una frazione dei loro massimi. Eppure, il fatto che i prezzi non si sono mossi più di tanto dimostra che esistono altri fattori da considerare, oltre agli utili correnti. Nel tempo gli investitori più esperti hanno studiato e sviluppato decine di queste variabili a cui far riferimento, soprattutto quelle che riguardano importanti indicatori inerenti lo stato di salute dell’azienda. Alcuni di questi riguardano il rapporto prezzo / utili, mentre altri sono estremamente complicati e sconosciuti, come l’oscillatore di Chaikin o la Convergenza e Divergenza delle medie mobili (MACD, Moving Average Convergence/Divergence). Allora, perché i prezzi delle azioni oscillano in continuazione? La risposta migliore è che nessuno lo sa per certo! Alcuni credono che non sia possibile prevedere come i prezzi delle azioni cambieranno, mentre altri pensano che disegnando grafici e guardando i movimenti dei prezzi passati, è possibile determinare quando comprare e vendere. L’unica cosa che sappiamo per certo è che le azioni sono volatili e che il loro prezzo può cambiare rapidamente.

Conclusioni

Ad ogni modo, le cose importanti da cogliere su questo argomento sono le seguenti:

  1. Fondamentalmente, sono la domanda e l’offerta a determinare il prezzo delle azioni.
  2. Il prezzo moltiplicato per il numero di azioni in circolazione (capitalizzazione di mercato) rappresentano il valore di una società. Confrontare solo il prezzo delle azioni di due società non ha senso.
  3. In teoria, gli investitori tengono conto delle entrate per valutare una società. Ma ci sono altri indicatori che gli investitori usano per prevedere il prezzo delle azioni. Ricordate che i sentimenti, gli atteggiamenti e le aspettative degli investitori sono quelli che alla fine influenzeranno maggiormente i prezzi delle azioni.
  4. Esistono molte teorie che cercano di spiegare il modo in cui i prezzi delle azioni si muovono. In realtà, non esiste una teoria universale in grado di spiegare ciò!

Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close