Guadagnare Nel Forex Trading Con il Pip

Nel mondo del trading (e specialmente nel Forex) si sentono spesso citare frasi come “la leva può moltiplicare le perdite e i profitti“. Frase ambigua, che spesso genera confusione e incertezza. Tuttavia, le cose sarebbero più chiare se tenessimo presente il valore di un pip per la negoziazione in atto. Per chiarire meglio il concetto, facciamo un esempio pratico. Ipotizziamo che Tizio utilizzi una leva di 1:10 e apra una posizione con 1 minilotto e Caio faccia lo stesso….ma con una leva di 1:500. La posizione viene aperta e chiusa nello stesso istante per un profitto di 20 pip. Chi ha guadagnato di più, Tizio o Caio?

tradingSe credete che sia Caio a guadagnare di più…..vi state sbagliando!! Semplicemente perché i profitti o le perdite sono determinati dalla grandezza del contratto scambiato e mai dalla leva utilizzata. Essa è soltanto uno strumento che ci permette di aprire posizioni grandi controllandole con poco denaro, ma una volta che il trade è aperto la leva non influirà mai sul risultato finale. Quindi, la risposta alla domanda precedente è che Tizio e Caio hanno guadagnato la stessa cifra. Ad ogni modo, esiste un modo semplice ed efficace per stimare i profitti e le perdite e stabilire così la grandezza ideale delle posizioni da aprire. Quando il trader guarda la “chart” e individua un’opportunità di entrata, stabilisce a quanti pip di distanza verranno posizionati lo stop loss e il target. In questi casi, il trucco è quindi quello di conoscere il valore di un pip per la coppia che si sta negoziando. Il Pip non è altro che l’incremento minimo di una valuta. Se ad esempio la coppia EUR/USD varia da 1,3404 a 1,3405, la differenza è di 1 Pip. Il Pip, quindi, rappresenta l’ultima cifra decimale di una quota. E con esso si possono calcolare i profitti e le perdite. Il valore unitario di 1 PIP, a parte le eccezioni, è sempre 0,0001. L’eccezione si riferisce allo Yen (JPY), in cui il valore unitario viene calcolato prendendo il secondo punto decimale della valuta, ovvero 0.01

Come Calcolare il Valore Monetario del Pip nel Forex Trading

Nel Forex Trading esistono tre tipi di coppie di valute:

  • le Dirette: EUR/USD, GBP/USD, AUD/USD, NZD/USD;
  • le Indirette: USD/JPY, USD/CHF, USD/CAD.
  • Le Cross (dove non c’è il Dollaro): EUR/GBP, GBP/JPY, EUR/JPY ed altre minori.

Facciamo ora degli esempi pratici…

– Valute Dirette (USD è la valuta quotata, ad esempio EUR/USD).

Valore Pip = 1 pip x Trade Size. Supponendo di operare su un mini lotto ($10.000), il valore sarà quindi: 0.0001 x 10,000 = $1. Il valore in Euro (EUR) sarà dato dalla seguente formula: valore pip / tasso di cambio corrente.

– Valute Indirette (USD è la valuta base).

Valore Pip = 1 pip x Trade Size/ Prezzo di cambio corrente. Supponendo di operare su USD/CAD con un mini lotto di $10.000, il valore sarà: 0.0001 x 10,000 / 1.2123 = $0.824. Ricordate che il prezzo di cambio corrente è un valore variabile!

– Valore Cross (per esempio EUR/GBP).

Valore Pip = 1 pip x Trade size x Prezzo di cambio corrente. Supponendo di operare su un mini lotto di $10.000, il valore è 0.0001 x 10,000 x Prezzo corrente. Il risultato è in USD e andrà quindi convertito in EUR: valore pip/ tasso di cambio corrente EUR/USD. Ricordate che lo Yen giapponese (JPY) è un caso particolare e il suo valore andrà calcolato prendendo il secondo punto decimale della valuta (0.01).

 

Calcolare Profitti e Perdite

Calcolare gli eventuali profitti o le perdite di un’operazione è ovviamente molto importante. Vediamo come fare con l’aiuto di un esempio pratico.

  • Ipotizziamo di operare con la coppia EUR/USD. Nella tabella vediamo che i prezzi bid/ask sono i seguenti: 1,3460/1,3462. Ciò significa che possiamo vendere 1 euro a 1,3460 o comprarlo a 1,3462 dollari. Si stima che l’Euro guadagnerà terreno nei confronti del Dollaro e si deciderà quindi di comprare.
  • Inizio del Trade: tramite il leverage, si compreranno 100.000 Euro pagandoli 134.620 dollari (prezzo ask).
  • In poco tempo si vedrà che l’Euro si apprezzerà effettivamente sul Dollaro e la coppia EUR/USD avrà acquistato il valore 1,3464/1,3466. A questo punto, il forex trader deciderà di vendere i 100.000 euro precedentemente acquistati, tendendo in considerazione il prezzo BID (1,3464). Il ricavo per lui sarà quindi pari a 134.640 dollari.

Riassumendo, nell’esempio sopra un trader ha comprato 100.000 euro a 1,3462 dollari, per un totale di $134.620, decidendo poi di vendere 100.000 euro a 1,3464 dollari, ricevendo $134.640. La differenza è di 2 pips ed il profitto in dollari è pari a $134.640 – $134.620 = $ 20 (oppure 0,0002 x 100.000 = 20). Le perdite (Loss) vanno calcolate allo stesso modo: se nell’esempio l’Euro avesse perso sensibilmente terreno nei confronti del Dollaro e la coppia fosse scesa di valore, la perdita sarebbe:

  • Acquisto di 100.000 euro pagandoli 134.620 dollari.
  • L’Euro si indebolisce e scende a 1,3456/1,3458. Si decide allora di limitare le perdite e vendere 100.000 euro a 1,3456, ricevendo 134.560 dollari.

Quindi, si è acquistato 100.000 euro con prezzo ask a 1,3462 dollari spendendo $134.620. In seguito per limitare i danni ho venduto 100.000 euro a 1,3456 dollari, incassando $134.560. In questo caso, la perdita (loss) è stata di $60.

Tenete bene in mente una cosa: quando avete intenzione di vendere una valuta, dovete sempre guardare il prezzo BID, mentre quando comprate dovete tenere a mente il prezzo ASK.

Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close