Le 10 Azioni Più Costose Al Mondo

Una delle indagini che ritengo più interessanti condotte da Il Sole 24 Ore è quella sulle azioni più costose al mondo, ovvero su quei singoli titoli che sono quotati a livelli così elevati da essere difficilmente acquistabili dai comuni risparmiatori “retail” che hanno disponibilità limitate di denaro. Vediamo ora quali sono le azioni più care al mondo.

 

 

 

1. BERKSHIRE HATHAWAY INC. – $172.150

Il gradino più alto della classifica spetta alla holding finanziaria americana Berkshire Hathaway, fondata e controllata dal guru della finanza mondiale Warren Buffet. Egli rilevò l’azienda nel 1962…..quando questa era ancora una società operante nel settore tessile! Buffett non solo riuscì ad evitare il suo fallimento, ma la trasformò in una società di investimenti di successo. Oggi ha partecipazioni rilevanti in aziende operanti nel settore del largo consumo come Coca-Cola, Gillette e Procter & Gamble. Ad oggi, una sola azione Berkhire Hathaway “A” vale più di 172.000 dollari, con una capitalizzazione di borsa che sfiora i 120 miliardi di dollari.

Da qui puoi negoziare il CFD di Berkshire

2. Lindt & Spruengli – $35.420

Al secondo posto di questa speciale classifica troviamo il colosso alimentare della cioccolata svizzera Lindt & Spruengli: un’unica azione dell’azienda elvetica vale più di 35.000 dollari.

3. Rothschild – $16.250

Al terzo posto troviamo il potentissimo gruppo finanziario Rothschild, quotato alla borsa di Zurigo. Un’unica azione costa più di 16.000 dollari.

4. Serviceflats Cert. – $13.000

Al quarto posto, la Serviceflats Certified con un valore attuale ad azione di ben 13.000 dollari.

5. Nippon Building Fund – $12.010

6. Japan Real Estate Investment – $10.929

7. Japan Logistics Fund – $10.029

8. Frontier Real Estate Investment Corporation – $9.628

9. Industrial & Infrastructure Fund Investment Corp – $9018

10. MORI TRUST SOGO REIT INC. – $8.647

 

 

INVESTI IN AZIONI USA

 

Come potete vedere, dal quinto al decimo posto troviamo solo società giapponesi che sono quotate alla borsa di Tokyo. Un elemento che hanno in comune è che tutte queste società non hanno mai effettuato uno “split azionario”: se è pur vero che la liquidità dei titoli tende ad essere più bassa con l’aumentare dei prezzi, bisogna segnalare il fatto che le elevate quotazioni tengono alla larga la speculazione! Ne sanno qualcosa le italiane Telecom Italia e Unicredit, che oggi valgono 100.000 volte in meno delle società inserite nella classifica delle azioni di borsa più costose al mondo!

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0
Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Markets.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close