Trading Online

Il trading online è uno strumento a basso costo per investire il proprio denaro, che consiste nella negoziazione telematica di titoli finanziari.

trading online
In particolare, si possono acquistare o vendere titoli presenti su numerosi mercati borsistici italiani ed esteri per mezzo di piattaforme di trading on line messe a disposizione da società finanziarie autorizzate Consob.

Fu proprio la Consob, con il suo “Nuovo Regolamento Consob di attivazione del Testo Unico dei mercati finanziari” a regolarne gli aspetti e a sancirne quindi il suo arrivo in Italia nel 1999.

In concreto, nelle piattaforme di trading online l’investitore ha la possibilità di effettuare le proprie scelte di investimento nel momento più opportuno poiché in ogni piattaforma è possibile accedere a grafici, analisi tecnica e fondamentale, quotazioni ecc. in tempo reale, dietro la corresponsione di una piccola commissione.

L’aspetto principale del trading online è la possibilità di avere tutto sotto controllo in tempo reale, seguendo “in diretta” tutte le fasi dal preborsa all’afterhours.

Cos’è il Trading Online?

Due concetti importanti per capire come funziona il trading online sono il leverage (o leva finanziaria) e il margine.

Per quanto riguarda il margine si tratta di un prestito che fornisce il broker al trader e permette di “fare leva finanziaria” su fondi e azioni del proprio conto, al fine di partecipare a mercati più ampi laddove le possibilità finanziarie non lo consentirebbero.

La somma di denaro prestato non è tuttavia esente da interessi che bisognerà pagare.

Il concetto di leverage è sempre legato a quello di margine. Si tratta, infatti, di usare il margine per creare leverage.

Il leverage o leva finanziaria  rappresenta l’aumento del potere d’acquisto per il trader che possiede un conto a margine. La leva nel trading on line consente di effettuare una transazione ad una somma minore rispetto al prezzo intero, permettendo di avere posizioni molto più ampie rispetto alle posizioni che consentirebbero i soli fondi presenti sul conto.

La leva nel trading online si indica con una proporzione. Un leverage di 2:1 significa, ad esempio, che si può aprire una posizione che è due volte il valore della propria somma di denaro che si vuole investire. Se, ad esempio, si hanno €25.000 sul conto, con una leva di 2:1, si possono acquistare azioni o operare con i CFD o col Forex fino ad un valore di €50.000.

Notizie che influenzano un titolo

All’interno di una piattaforma di trading si trovano molte informazioni utili ai fini di un investimento. Per ogni titolo vi sono sia informazioni di carattere societario (rating, giudizi degli analisti, aumenti di capitale ecc.) che informazioni statistiche e finanziarie (bilanci, grafici con la possibilità di scegliere il criterio di analisi con vari indicatori ecc.

Inoltre, all’interno delle stesse piattaforme si possono ottenere informazioni di carattere micro e macroeconomico nonché notizie che influenzano un titolo o un settore di essi.
Prima di investire con il trading on line e ai fini dell’investimento, è fondamentale conoscere gli strumenti finanziari che si hanno a disposizione.

I principali mercati nei quali si può investire sono Europa e America, ma questo dipende dai servizi attivati sulla piattaforma di trading online.

Infine, è bene ricordare che oltre al semplice investimento in titoli è possibile investire in altri strumenti come CFD, ETF, CW, obbligazioni, fondi di investimento ecc..

+500

 

Come Fare Trading

L’investitore ha tre modi per investire e fare trading a seconda del proprio orizzonte temporale di interesse:

  • SCALPING
    Operazioni brevi che determinano l’entrata e l’uscita dal mercato dei titoli più volte durante la giornata. Lo strumento maggiormente utilizzato dallo scalper è il book, ovvero il prospetto informativo nel quale, in tempo reale, è possibile realizzare la distribuzione di domanda e offerta su cinque livelli più prossimi al prezzo di scambio.
  • DAY TRADING
    Operazioni che hanno come orizzonte temporale l’intera giornata. In questo caso il trader decide di acquistare un titolo in una giornata specifica poiché dalla propria analisi del titolo e dalle notizie del mercato ritiene che in quella giornata otterrà buoni risultati.
  • OPEN TRADER
    Investitori che entrano nel mercato in maniera casuale o in seguito all’uscita di dati o notizie particolari.

Infine, esistono anche gli INVESTITORI LONG, che sono coloro che dalle proprie analisi credono che il titolo abbia buone possibilità di salire nel medio-lungo termine e per questo motivo decidono di aprire posizioni long.

Trading  e Conto Online

trading onlineGli investitori non professionisti solitamente si appoggiano all’home banking  e ai conti online che stanno alla base del trading on line.

Questo servizio è a disposizione dei clienti delle banche e permette loro di effettuare operazioni tramite una connessione remota con la propria banca.

 

 

Attualmente le operazioni di conto online più diffuse sono:

  • pagamenti online
  • ricariche telefoniche
  • consultazione saldo e lista movimenti
  • investimenti e trading online

Questo strumento ha permesso alle banche di ampliare la propria clientela e di ridurre i costi consentendo ai clienti di operare con maggiore comodità e con costi minori.

 

Demo Trading

trading

Se si vuole fare Trading Online puro, più che investire, meglio delle banche esistono i brokers dediti proprio a questo servizio. I Brokers, infatti, mettono a disposizione dell’utente le loro piattaforme di trading on line professionali con tutto il “carico” di opzioni e servizi  connessi all’attività: dagli strumenti tecnici, alle news in tempo reale etc.. Quelle più avanzate forniscono agli investitori o traders un gran numero di informazioni finalizzate a consentire loro di operare al meglio.

Quasi tutte offrono degli account prova “demo” con cui ci si può allenare e fare pratica. Qui si trova un elenco di broker dove poter aprire un account demo  e cominciare a fare trading gratis: Elenco conti Demo .

Piattaforme per fare Trading Online

Come’è fatta una Piattaforma

La maggior parte delle piattaforme di trading online ha una serie di caratteristiche comuni. Innanzitutto quasi tutte le piattaforme sono compatibili con i principali sistemi operativi e per utilizzarle è sufficiente avere una connessione ad Internet senza installare software particolari.

Inoltre, essendo sviluppate internamente, l’aggiornamento, la manutenzione, lo sviluppo possono essere effettuati direttamente e in maniera efficace e allo stesso tempo questa caratteristica permette di prendere atto dei suggerimenti dei clienti e di assecondarli in tempi brevi.

In aggiunta, tutte le piattaforme di trading sono integrate tra loro e ciò permette agli utilizzatori di tenere sott’occhio la propria situazione indipendentemente dalla piattaforma con cui si effettua l’accesso.

Altre caratteristiche comuni includono la possibilità di effettuare acquisti con il “margine”, ovvero di impegnare solamente una percentuale dell’importo all’acquisto, la possibilità di immettere, revocare o modificare i titoli in un secondo, la possibilità di immettere gli ordini “al meglio”, con prezzo limite o condizionati (stop loss/debording) e la possibilità di visualizzare l’esatta cronostoria per ogni ordine.

PROVA PLUS500   GRATIS 

trading online

 

La maggior parte delle piattaforme di trading online, inoltre, fornisce le quotazioni dei titoli in modalità push tick by tick, visualizza i grafici intraday e storici di indici e titoli, consente di ricevere un prestito titoli che permette di vendere “allo scoperto” con ricopertura in giornata, o oltre tale periodo e presenta l’aggiornamento in tempo reale della posizione in titoli e in euro, includendo altresì il calcolo della componente fiscale.

Infine, la maggiore comodità della piattaforma è rappresentata dalla possibilità di accedere al proprio conto in qualsiasi momento, anche quando il mercato è chiuso.

Piattaforme
Min. Deposito
Leva Max
Demo Gratuita
€100
300:1
€100
300:1
€10
500:1
€50
400:1
€100
400:1

Costi delle Piattaforme

I costi delle piattaforme di trading sono diversi a seconda dei servizi, della funzionalità e dell’affidabilità della piattaforma in questione. Alcune piattaforme attraverso il loro servizio DEMO sono gratuite.

Possono variare: alcune piattaforme richiedono la corresponsione di un canone mensile mentre altre consentono di operare gratuitamente fino al raggiungimento di una soglia massima di eseguiti, o ancora tramite la differenza di spread.

La scelta della piattaforma adeguata dipende molto dal tipo di operazioni che si intende fare, ovviamente i trader più esperti si appoggiano solamente a piattaforme affidabili e aggiornate.

 

Limitare il rischio

treding onlineNel trading online la parola  “rischio” fa riferimento alla possibilità non remota di perdere denaro o capitali di trading.

Limitare il rischio è la cosa più importante per uno che opera in questo ambito. Valutare con attenzione il rischio insito all’interno di una operazione per capire quanto si potrebbe potenzialmente perdere.

Queste situazioni dovrebbero essere chiare e definite nel piano di trading senza lasciarli mai al caso. Il trading online può essere un’attività molto redditizia ma bisogna contestualmente contemplare un piano di trading che limiti le perdite ad un livello accettabile.

Il rischio è sempre dietro l’angolo. I trader di successo lo sanno e valutano in maniera costante tale rischio, non tanto chiedendosi: “Cosa posso vincere?”, ma chiedendosi “Quanto sono disposto a perdere?”

Una volta accertata questa probabilità di insuccesso, chiunque volesse operare nel trading online deve essere cosciente di poter perdere tutto e quindi non è assolutamente consigliabile di “investire” somme di denaro che altrimenti sarebbero state destinate per altre cause (mutuo, università, tasse..).

Bisogna, quindi, mettere sul tavolo del rischio solo quote di denaro di cui si è pienamente coscienti della probabilità di non poterne più usufruire.

È possibile valutare il rapporto rischio/guadagno di una operazione di trading paragonando i rendimenti prefissi (quanto si vuole guadagnare) con il rischio che si può incontrare nel raggiungere tali rendimenti (lo stop loss). Il rapporto viene calcolato dividendo l’entità del rischio per il premio prefisso.

Libri per imparare a fare trading

Altri consigli utili per un trader si possono trovare nella lettura di libri presenti in questo elenco: 40 libri da leggere

Simulatori di Trading

Come abbiamo visto per gli utenti inesperti il mondo del trading online potrebbe risultare insidioso e complesso. Sicuramente il miglior modo di apprendere è quello di fare esperienza, ma questo comporta non pochi rischi; a questo proposito alcune piattaforme consentono di effettuare simulazioni di trading in modalità demo in modo da permettere ai trader principianti di acquisire dimestichezza con la piattaforma e, in particolare, con il trading online.

 

Piattaforme
Min. Deposito
Leva Max
Demo Gratuita
€100
300:1
€100
300:1
€10
500:1
€50
400:1
€100
400:1

La nostra guida è adatta sia per principianti che per coloro che sono già in uno stadio più avanzato di formazione e conoscenza delle tecniche di Forex Trading.

Questa guida è organizzata in 3 capitoli: Introduzione al Forex Trading,  Analisi Tecnica nel Trading, Analisi fondamentale nei mercati. Ogni capitolo include tanti consigli teorici e pratici con esempi  ed elementi che vi supporteranno nell’acquisizione di una formazione costante e graduale.

Introduzione al Forex Trading

Analisi Tecnica nel Trading

Analisi fondamentale nei mercati

Sommario Recensione
Data Recensione
Articolo
Il Trading Online
Voto
51star1star1star1star1star

Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close